Ancora vicende sconcertanti del Municipio 7


FATTO N. 1

Solidarietà e una preghiera per i Frati dell’Opera di San Francesco

Da molti anni i Frati Capuccini di P.za Velasquez svolgono attività di aiuto concreto ai bisogni primari delle persone senza distinzione di provenienza o di religione.

Tra i diversi servizi,: docce, ambulatorio medico, … c’è la mensa che ogni giorno garantisce oltre 150 pasti.

A fronte di una domanda sempre più pressante, i Frati hanno chiesto la possibilità di fare dei lavori interni per ampliare gli spazi adibiti alla mensa.

Una richiesta è stata avanzata al Municipio 7 che ne ha la competenza.

Una richiesta doverosa che si inquadra nell’obiettivo primario dell’Opera San Francesco quella di dare dignità alla persona.

Tutto bene! La Commissione approva, il Consiglio del Municipio 7 approva all’unanimità, ma la Lega presenta un documento nel quale sostanzialmente si dice favorevole, tuttavia si afferma che i Frati non possono aumentare il numero dei pasti.

La mozione è stata approvata della maggioranza: Lega e Forza Italia.

Ora, è vero che da qualche tempo sui banchi del Municipio 7 gira un bel gatto nero che riceve le carezze dei Consiglieri (http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/gatto-municipio-1.2626646), ma poi basta!

Anche l’intelligenza è parte della dignità umana.

————————-

FATTO N. 2

Integrazione,  SI,  NO!

Negli anni scorsi il Consiglio di Zona 7 aveva stabilito una maggiore erogazione di fondi (+ 17%) a favore delle scuole con un numero sensibile di utenti stranieri per facilitare l’integrazione dei figli degli immigrati attraverso l’insegnamento della lingua italiana.
Così la “Legge   Regionale  n.  31/1980 “Diritto  allo   Studio” si propone di intervenire per appianare lo svantaggio sociale di portatori di handicap e minoranze etniche, di ridurre il fenomeno dell’evasione dell’obbligo scolastico”.

Il Municipio 7, potremmo dire con una “ardita” scelta discriminatoria, ha deliberato (atto 26/2016) la sospensione di quella percentuale, ritenuta un “privilegio“, a sostegno di minori in difficoltà scolastica.

Sono gravi segnali di persistenti pratiche di esclusione che dimostrano e attestano la miopia politica da parte dei nuovi amministratori del Municipio 7.

Lo ripetiamo da sempre: una giunta di governo di un territorio deve muoversi avendo come obiettivo il bene comune di tutti i cittadini e non solo di una parte!

Non possiamo rimanere indifferenti a questa deriva discriminante e autoritaria.

Rete 7

Condividi

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.